Età evolutiva e disagio giovanile 

mettere striscia immagine in fondo

Il disagio giovanile nella nostra epoca si manifesta spesso in modo improvviso e inaspettato. Il passaggio dalla giovinezza al divenire adulto avviene attraverso tappe e temporalità particolari.
La costruzione dell’identità, l’immagine corporea, l’autostima, le relazioni con la famiglia, con i coetanei e con l’altro sesso risultano imprescindibili al processo di maturazione.
E’ il tempo in cui la soggettività è in via di formazione e attraversa un delicato processo di strutturazione psichica e di crescita.

Molte manifestazioni problematiche – nella pubertà, nell’adolescenza e nella giovinezza – sono indice di una difficoltà soggettiva che si esprime, in modo più o meno consapevole, attraverso la rappresentazione di un particolare sintomo. Quest’ultimo va inteso come via che cerca di trovare, talvolta anche drammaticamente, la soluzione a un disagio insopportabile. Occorre un ascolto incondizionato.

Interventi:
– colloqui collettivi o individuali con i genitori
– colloqui con il giovane
– sedute di psicoterapia
– valutazioni diagnostica
– supporto psicosociale